Punk Rock Jesus è una miniserie Vertigo del 2012 ideata e disegnata interamente da Sean Murphy che, dopo l’esperienza di Off Road, riprende di nuovo il ruolo di autore unico proponendo ai lettori una storia molto particolare che si ripromette in primis di indagare la varietà di legami che l’uomo intesse con la religione. L’intrigante punto di partenza da cui si sviluppano le intere vicende narrate dal fumetto è la scelta di una mittente televisiva di clonare un essere umano sfruttando il DNA della sacra sindone e dando vita ad un reality show che mostra per intero la vita di Gesù Cristo, dal secondo avvento fino alla fine dei suoi giorni. Le condizioni in cui il nuovo Salvatore Chris, un bambino come tanti altri, è costretto a vivere insieme a sua madre Gwen, ragazza vergine scelta appositamente con un televoto, lo portano ben presto ad acquisire una visione disincantata del mondo che manifesterà in seguito con carisma e devozione esibendosi come cantante punk rock del gruppo Flak Jackets.

20160406_170140

Il tema principale del fumetto è il ruolo che ha la religione nella nostra vita, il modo in cui essa riesce ancora ad influenzare le masse e le diverse tipologie di credenti che essa plasma. La serie di riflessioni proposte mediante l’esistenza all’interno del fumetto di numerosi personaggi credenti e movimenti cristiani (dalla guardia del corpo cattolica ex IRA Thomas, a Maria-Gwen fino alla branca di fanatici religiosi dell’NCA), vengono sovvertite dalla figura di Chris (SPOILER: che in breve tempo diventa una sorta di apostolo dell’ateismo, trasformando la sua visione in un vero e proprio credo fanatico), e degli scienziati Clark ed Epstein, a rappresentare rispettivamente l’uomo che contrappone la scienza alla religione e quello che pur non credendo in Dio rispetta il valore della ricerca scientica.

L’amore per la scienza e il bisogno di Chris di conoscere quella serie di argomenti tabù a lui tenuti nascosti durante le riprese del reality show diventano il motore che dà il via alla formazione e alla maturazione dell’adolescente che inizia a riflettere sul suo status e sulla percezione che il mondo intero ha di lui, seguendo un percorso piuttosto simile a quello compiuto dallo stesso autore durante l’elaborazione del fumetto. Altri elementi autobiografici sono dati dalla ricerca e dal raggiungimento della libertà da parte del giovane protagonista che, ribellandosi a coloro che hanno cercato di plasmarlo a suon di lezioni religiose come solo un giovane ferito e umiliato sa fare, si avvicina alla musica punk rock con la quale decide di esprimere la sua rabbia e le sue nuove idee in maniera efficace e appagante.

20160406_170333

Il protagonista finisce quindi per confrontarsi ferocemente con la società becera, perbenista e facilmente controllabile che gli ha donato, come un moderno Cristo, una vita dolorosa e una debilitante prigionia. Il contesto socio-politico in cui si svolgono le vicede oltre a ricordare tremendamente il nostro (l’autore ha spiegato che l’idea di mostrare i mali della nostra società attraverso Punk Rock Jesus è arrivata dopo aver ascoltato un discorso di Sarah Palin), diventa anche uno strumento attraverso il quale viene veicolato un messaggio ben preciso: l’incapacità di venirsi incontro e la violenza non fanno altro che generare odio e paura, al contrario la pazienza e il confronto permettono di raggiungere i propri obbiettivi su tempi dilatati. Il finale dell’opera, in tal senso, sembra quasi sottolineare quanto sia importante mantenere un atteggiamento moderato ed essere tolleranti nei confronti del prossimo, specialmente in un contesto così complesso e ostile.

20160406_170032

Vero punto di forza del fumetto, nonostante il numeroso ammontare di spunti di cui è tappezzata l’intera storia e che nel complesso danno vita ad un opera interessante e caratterizzata da un certo grado di profondità, sono i disegni di Murphy. L’autore, dopo aver deciso di puntare sul bianco e nero, sfrutta il lavoro di inchiostrazione per donare alle sue tavole un coinvolgente dinamismo e il pathos necessario per dar vita alle scene più emotivamente coinvolgenti. La struttura della tavole è ben concepita permettendo al lettore una leggibilità non scontata che non si scontra con la scelta di realizzare vignette piuttosto complesse (vuoi per il numero di personaggi in scena, vuoi per la scelta di dar corpo agli oggetti sfruttando i neri, vuoi per la presenza di sequenze fittissime) e dettagliate (come nel caso dei campi lunghi ricchi di particolari). I protagonisti presentano volti spigolosi molto spesso delineati da sporchi tratteggi che ne tracciano i lineamenti, ne definiscono le ombreggiature e ne fanno trapelare le emozioni, mentre i loro corpi acquistano peso grazie ad un intelligente scelta delle inquadrature e ad un inchiostrazione modulata in maniera differente di caso in caso (grosse macchie di nero delineano la corporatura possente di Thomas, pieghe molto fitte ci mostrano la magrezza di Gwen e Chris, ecc).

20160406_170018

Punk Rock Jesus è sicuramente un fumetto che vi consiglio di recuperare sia per la profondità con cui Sean Murphy decide di trattare temi molto complessi sia per il suo straordinario lavoro alle matite e alle chine. Infine vi segnalo che di quest’opera è stata pubblicata un’edizione deluxe (Lion, 2015) davvero ben fatta in cui sono presenti numerosissime pagine di contenuti speciali che comprendono i layout, le matite, gli schizzi e la concept art concepiti per il fumetto; insomma il volume che tutti i fan di Sean Murphy vorrebbero avere.

Questa è la mia recensione di:
Punk Rock Jesus
Sean Murphy
Lion, 2015
360 pagine, cartonato, b/n –  34.95 €
ISBN: 978886971102

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...