Con i Murr e Urban Finder, travolti da “Un insolito tram tram”

“Ma Siamo Già Alla Fine Della Settimana
E Scendendo Il Sole Dietro Porta Romana

Sei Troppo Bella Per Dirti Addio
Tu Chiami E Poi
Noi Tutti Ubbidiamo
E Tra Chi Nomina Il Tuo Nome Invano
Ci Sono Anch’io
Milano Milano”

(Milano Milano, Articolo 31)

Se c’è una cosa che più delle altre esce prepotentemente fuori dai miei post è il mio amore per Milano. Questo amore è talmente romantico, passionale e delicato da essere divenuto sin da subito un elemento chiave del mio blog. Praticamente gli ha dato il nome.

Ed è proprio in nome di questo strano e personale amore che ho deciso di prender parte da un po’ di tempo a questa parte ad un progetto interessante, stimolante e dinamico legato ad Urban Finder, l’utile e pratica app creata per permettere a noi, cittadini dell’urbe, di vivere al meglio nella nostra Milano, per scoprirla, viverla e sentirsi sempre più a casa.

Perchè Milano la si ama solo se si fa lo sforzo di scoprirla. La bellezza, quella vera, non è mai appariscente, si nasconde tra i mattoni, i sorrisi appena accennati e le rotaie che sono dappertutto ma non le noti mai finchè non vai a prendere il tram.

Ed è cosi che nei tre mesi precendenti mi sono infilata nei meandri di quella Milano che conosco e che in parte è divenuta mia per testare Urban Finder e scoprire nuove e sempre magiche realtà nascoste, perdute e rinnovate. L’app, che permette tramite una serie di semplici domande di cercare negozi, ristoranti e locali per tutta Milano, mi ha accompagnato e guidato alla scoperta di alcuni posticini davvero unici, di cui avrò modo di parlarvi più avanti.

A coronamento di questa divertente esperienza, che mi portato a confrontarmi (e in un certo senso ad aprirmi, scoprirmi e reinventarmi) con altre blogger a ritmo di hashtag (#uflovers per chi non è stato attento), accessori e commenti, mi è stata donata un insolita mattinata, passata, manco a farlo apposta, nel mio mezzo preferito di sempre: il tram. Per l’occasione, dopo una breve e gustosa colazione (caffè amaro bollente e torta pesche e amaretti) al Caffè Letterario, ho incontrato I Murr in compagnia degli altri blogger (a proprosito, che bello conoscervi, sentirvi raccontare e vedervi sorridere!) e sono entrata in questo splendido tram d’epoca per ascoltare la coppia di stylist raccontarsi e spendersi per tutti noi con gentilezza e competenza.

Tra un giro e l’altro mi è stato perciò concesso di vedere la città da un prospettiva diversa e di ragionare sull’importanza di reiventarsi, ammirare (senza invidie) le persone capaci di ispirare e seguire i proprio stimoli sempre, senza preoccuparsi degli sforzi necessari ma portando sempre avanti la propria rispettiva idea di bellezza.

Per gli amici milanesi: QUI potete scaricare la app Urban Finder e testarla insieme a me. Che aspettate?

uf-3

uf-1

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...